Cazzo mi metto: Speciale Halloween!

Halloween è una delle mie feste preferite. Non solo perché l’epica festa di Mean Girls è scolpita eternamente nella mia memoria, ma anche perché per una volta all’anno mi sento socialmente legittimata a vestirmi di nero e comportarmi da sociopatica.
Se siete stat* invitat* ad una festa dell’ultimo minuto e non avete idea di come vestirvi, ecco qui tre fantastiche proposte con abiti e accessori facilmente reperibili negli armadi di madri/sorelle/zie/nonne. Potete scegliere tra:
1. Il look da gatta(ra) un po’ fetish un po’ hipster
2. Il look da assatanata
3. L’epico look da Crudelia De Mon con pelliccia ecologica

Buon Halloween a tutt*!

Cazzo mi metto: Speciale Halloween 1

 

Cazzo mi metto: Speciale Halloween 2

 

Cazzo mi metto: Speciale Halloween 3

 

#GOALS: Tavi Gevinson

In questa rubrica abbiamo parlato di ragazze bellissime, talentuose e di successo, ma forse nessuna è speciale come Tavi Gevinson. Ho conosciuto da poco il suo bellissimo universo e vi rimando a questo interessante articolo della mia amica Miriam per scoprirlo. Vi dico solo che Tavi è giovanissima ma ha già lasciato un segno nella cultura pop e internet. In pochi anni è riuscita a creare un piccolo mondo parallelo fatto di teenagers intelligenti e creative. Il suo messaggio di originalità passa anche dal suo stile – che faccio veramente fatica a definire – fatto di vintage, sovrapposizioni, mix & match. Innamoratevi di lei come l’ho fatto io. 
 

Tavi con un bellissimo paio di pantaloni color panna, fermati da una cinturina in tessuto colorato, abbinati ad un crop top bianco e sandali neri nel front row di Stella McCartney.

 
 

Bellissimo il mix tra il soprabito over color sabbia, il maglioncino nero, la gonna plissettata con stampa a bocca, Stan Smith e ventiquattrore da manager.

 
 

Super figa nel mini dress pitonato con colletto a contrasto e gli stivali al ginocchio traforati.

 
 

Chi l’ha detto che non si possono abbinare righe diverse? Sì se quelle della maglia sono colorate e quelle della gonna rigorose. Il tutto abbinato a dei sandali neri rasoterra e ad una giacca di vernice rossa.

 
 

ADORO questo look. Dal maglioncino rosso spunta il colletto della camicia con le rondini. Bellissimo l’abbinamento con la gonna celeste a stampa gattini, i calzettoni sportivi e altissime mary jane.

 

Cose fiche che non ho i soldi per comprare: Gli stivaletti a punta 

Gli stivaletti a punta sono l’amore. I miei preferiti sono quelli in pelle, con tacco basso e spirito rock’n’roll. Perfetti con i jeans, sia skinny che non, un bel blazer nero, camicia bianca ed è subito Patti Smith de noantri. Belli anche con le gonne aderenti e un paio di collant spessi. Con un mini dress prezioso li usi anche la sera, quando sai che non sarà facile camminare verso il taxi sul tacco dodici per la quantità di tequila che circola in corpo. Versatili, comodi, sexy, non passeranno mai di moda.

Cose fiche che non ho i soldi per comprare: Stivaletti a punta

 

Monday Sucks (di martedì): A regola d’arte

Mi scuso con i lettori per non essere riuscita a pubblicare il Monday Sucks ieri. Purtroppo la tecnologia mi è avversa in questi giorni.

a5b6b3d324f1092994cb37cd02ce22e7

Refresh your style, Miles Aldridge, Vogue Italia Dicembre 2013

Il connubio arte-moda è sempre stato stringente. Ci sono artisti che si sono cimentati nella creazione di abiti, abiti che sembrano vere e proprie opere d’arte e intere collezioni direttamente ispirate ad artisti. Se forse, però, non tutt* possiamo permetterci una gonna scultura di Viktor & Rolf (anche perché temo che non sia adatta per andare a far pisciare il cane), possiamo almeno giocare con pezzi facilissimi a vestirci da opere d’arte.L’arte contemporanea ci aiuta in questo gioco: con l’astrattismo e la scomparsa del figurato sono i colori e le linee ad assumere importanza.

Ammirate le splendide tele di Pollock, l’artista informale che inventò la tecnica del dripping, cioè quella di far colare il tessuto direttamente dal pennello, senza toccare la tela (il classicone “questo lo so fare anch’io“). Lasciatevi ispirare dagli arditi e profondi colori di Rothko, che con un semplice accostamento di colori riesce a far provare emozioni vere e intense. Infine perdetevi nell’immensità del blu Klein, il mio artista preferito! Se vi capita di trovarvi faccia a faccia con i suoi monocromi, avvicinatevi il più possibile al quadro in modo che l’intero campo visivo sia occupato dal pigmento: è un’esperienza che vale la pena di provare.

Se non sapete cosa fare il prossimo weekend, andate a visitare una mostra! È una medicina per la mente e anche un’ottima occasione per sfoggiare uno di questi outfit ispirati al mondo dell’arte.
Ps: Arte moderna = Lo saprei fare anche io + Sì, ma non l’hai fatto

Monday Sucks: A regola d'arte 1

 

Monday Sucks: A regola d'arte 2

 

 

Monday Sucks: A regola d'arte 3

 

Cazzo mi metto #6

Quando la Kim Kardashian che è dentro di te reclama il suo momento di notorietà, significa che è ora di passare al neutro ton-sur-ton. Per non sbagliare, pantaloni flare beige e top coordinato. Se non riesci a trovare la stessa esatta nuance di colore niente panico: per scongiurare l’effetto mi-sono-vestit*-al-buio puoi cambiare tessuto, ad esempio il suede, e il gioco è fatto. Rendi tutto chic con il blazer bianco, i sandali skinny e gli accessori oro. Da pioggia di likes su Instagram.

Cazzo mi metto #6

 

#GOALS: Gigi Hadid

Se potessi scambiare la mia vita con quella di qualcun altro, sceglierei quella di Gigi Hadid. Gigi, oltre ad essere una gnocca di proporzioni epiche, è famosa, brava, intelligente, simpatica e sa vestirsi come una star navigata, anche se fino a due mesi fa non sapevo della sua esistenza. (In realtà ho scoperto che fa la modella da quando ha due anni, ma lasciamo stare.) La nostra Gigi è bona in ogni salsa: coi jeans, con la gonna, con l’abito da fatalona sul red carpet.

 

Semplicissimo ma efficace il total look bianco con pull in maglia fine e pantaloni. portato con un cappotto oversize nero. Coda bassa e gioielli minimal da copiare.

 
 

Da triplo bypass la tuta col corpino cut-out, portata con bellissimi stivaletti open toe stringati (notare l’espressione estatica del cameramen con la camicia a quadretti).

 
 

Off Duty da Anna Sui e Gigi sceglie un elegantissimo pantalone palazzo bianco con una semplicissima t-shirt in cotone. Prendere nota subito.

 

  
  

Cose fiche che non ho i soldi per comprare: Gonne sbrilluccicose

La vita è troppo breve per non sbriluccicare. Per festeggiare, per brillare o anche solo per andare all’Italmark, la gonna con i brillantini vi farà sentire istantaneamente meglio. Ed è anche il giusto compromesso tra il look suora clarissa e Valeria Marini. A me piacciono molto con i maglioni neutri a trama grossa, oppure con la classica camicia bianca. Sdoganiamola anche lontano dalle feste! Ci sono così tanti modelli così bellini e colorati che è un peccato usarla una sera all’anno. Da mettere subito nella wishlist.

Cose fiche che non ho i soldi per comprare: Gonne sbrilluccicose