Cose fiche che non ho i soldi per comprare: L’abito da sera

Tutt* noi dovremmo avere un vestito da sera nell’armadio: non si sa mai quando George Clooney ti inviti ad un party di beneficenza, quindi meglio essere preparat*. Anche se George non si fa sentire, c’è sempre la festa dell’ultimo dell’anno per sfoggiarne uno. Che partecipiate a danze sfrenate in discoteca, ad una cena elegante o ad un romantico tête-à-tête, un bell’abito da sera vi vestirà senza sforzo in un battibaleno. Il mio consiglio è quello di mantenere un profilo basso, in modo da poter indossare il vostro vestito anche in altre occasioni (non serve essere dei lampadari a Capodanno). Se proprio non riuscite a rinunciare ai lustrini, scegliete un colore neutro e una forma semplice. Auguri!

Cose fiche che non ho i soldi per comprare: L'abito da sera

 

Monday Sucks: L’anno che verrà

La cosa strana della moda è che si decide un anno prima cosa si indosserà un anno dopo (alla faccia di noi che cinque minuti prima di uscire non abbiamo ancora deciso cosa mettere). La moda si evolve così rapidamente che le tendenze si anticipano sempre di più, con il rischio che la stagione SS2016 sia già passata di moda nel FW2015.

Le ultime settimane della moda sembrano aver invertito la rotta: si è tornati ad una moda slow, preziosa, sartoriale. E il 2016 sarà il tripudio di una couture che torna alle origini, tra artigianato, creatività e vero stile.

Ecco cosa ci aspetta nell’anno che verrà!

  • Lux
6c26e995-2a84-4cd5-9a41-f81f39add527

Abiro rosso e nero MM6 Maison Martin Margiela, Dress argento con maniche lunghe Vetements, Abito rosso Anthony Vaccarello, Minidress oro e giacca militare Saint Laurent

Dopo un inverno di brillantini e pailettes, prepariamoci a sbrilluccicare anche in primavera. Questa volta però è una luce più diversa: più metallica, meno abbagliante. Sfoderiamo i Ferrero Rocher che giacciono nei nostri armadi!

  • Tutti in riga

Bauletto a righe rosse e bianche Prada, Borsa a righe blu, bianche e gialle Stella McCartney, Abito off-the-shoulder Salvatore Ferragamo, Completo in pvc giallo e pull Prada, Tailleur a righe e pull Prada

Come ogni primavera che si rispetti, anche quest’anno tornano le righe. Ma, attenzione! Righe rigorosamente irregolari, con contrasti di colore forti, anche sugli accessori.

  • Monospalla…

Pull bianco Rag & Bone, Abito sottoveste Givenchy, Minidress monospalla grigio e stola di pelliccia verde Sonia Rykiel, Abito borgogna scamosciato Tibi, Abito rosso con fiocco Lanvin, Top e pantaloni neri Versace

Evviva! È tornato il monospalla! Sartoriale e drappeggiato, esalta la postura e la parte più sensuale del corpo. Il più sexy è quello simulato: la seconda spallina c’è, sottilissima o di tessuto nude.

  • … o superspalla?
fe3a09c3-5e11-44d4-ad01-40e797e17e45

Camicia e pantaloni neri Lanvin, Blusa fucsia e gonna rossa Fendi, Giacca in pelle rossa Marni, Felpa crema Céline

Tendenza quasi inversa a quella appena proposta: le spalle maxi sono davvero chic, soprattutto se abbinate ad una gonna o un pantalone aderente. Con i tessuti scuba l’effetto over è assicurato.

  • Lusso mix & match
0cf02711-3dff-4bec-bd93-8ce5d7d81c60

Abito fantasia con pelliccia Miu Miu, blusa con fiocco rosa Gucci, Giacca lilla Chanel, Abito con applicazioni Mary Katrantzou

 

Dopo SECOLI di minimalismo è tornata l’opulenza! Tempo di osare con sovrapposizioni di fantasie, tessuti e stili. Senza temere di esagerare.

  • La Punta
cfd280e9-8888-43da-a055-55077c5be8e9

Stivaletti argento Marc Jacobs, Sandali flat Dior, Sandali azzurri Salvatore Ferragamo, Stivaletti metallizzati con trasparenze Givenchy, Mary-Jane con applicazione in metallo Prada, Stivaletti patchwork Mary Katrantzou, Slingback in rettile Lanvin

Le scarpe a punta hanno quel quid in più che le rende sempre eleganti ed estrose. Sulle passerelle ce ne sono per tutti i gusti: platform, stivaletti, pumps, sandali, flat. Chi più ne ha più ne metta.

Cose fiche che non ho i soldi per comprare: Scarpe sbrilluccicose

Se non si fosse ancora capito: mi piacciono le cose che sbrilluccicano. Mi piacciono anche le scarpe, quindi, cosa c’è di meglio che un paio di scarpe sbrilluccicose? Alte o basse, stivali o sandali poco importa: l’importante è brillare! Io mi sono fatta rubare il cuore dalle nuove Prada glitter con profili azzurri, ma in giro ci sono tantissimi modelli superbelli con cui potrete abbagliare chiunque posi lo sguardo su di voi!

Cose fiche che non ho i soldi per comprare: Maglioni brutti di Natale

 

Monday Sucks: We are golden!

È ufficialmente iniziato il countdown per Natale! Dopo la guida ai regali di Wasteland Fashion e la rassegna dei più brutti Ugly Christmas Sweaters è ora di tirare fuori dall’armadio tutto ciò che abbiamo di oro (o approfittare per sopperire questa mancanza!)

voguegioiello3

Qui e in copertina, Total Gold, styling di Sophia Sancez e Mauro Mongiello per Vogue Gioiello, Dicembre 2010

L’oro non è facilissimo da indossare: l’effetto mi-sono-avvolt*-nella-carta-da-regalo è sempre dietro l’angolo. Come fare allora, per non sembrare un lampadario? Innanzitutto, se ci si affida al total gold è bene indossare degli accessori discreti, magari beige o cipria, che non vadano a litigare con la luminosità dell’abito. Se vogliamo invece indossare l’oro in un’occasione più informale, sta benissimo abbinato all’azzurro, al verde bottiglia, al lilla, al fucsia. Guarda come questi colori rendono speciale un mini dress sequin:

Monday Sucks: We Are Golden 1

 

Se invece vuoi proprio qualcosa di pazzesco, non temere l’abbinamento con le fantasie! Ovviamente, se vuoi abbinare qualcosa di oro con una fantasia, è meglio scegliere un tessuto liscio (quindi niente glitter o pailettes). L’oro sta benissimo con le fantasie più classiche, righe, pois e animalier, ma anche con le stampe floreali.

Sei pront* a brillare per le feste?

Monday Sucks: We Are Golden 2

 

Cazzo mi metto #12

Aria di Natale in casa Wasteland Fashion! Se proprio non resistete a ricoprirvi d’oro sbrilluccicante fino al 25 dicembre, potete affidarvi al bronzo. Bronzo che sta benissimo con il blu Klein o blu Cina che dir si voglia! Un bel cappotto neutro per non strafare e una pochette sfiziosa per brillare. Con questo outfit particolare i gioielli più classici stonano: meglio un orologio che richiami le tonalità della blusa e delle scarpe. Et voilà!

Cazzo mi metto #12

 

#GOALS: Paloma Faith

ADORO lo stile di Paloma! Ho scoperto questa fantastica ragazza prima per il suo stile e poi per la sua musica. Il modo in cui coniuga eleganza d’altri tempi e urban è davvero spettacolare. È come se Dita Von Teese e Rihanna avessero fatto una figlia dai capelli arancioni. Oltre al suo incredibile talento, è la sua originalità a colpire: ama lo stile degli anni Quaranta, a cui aggiunge sempre un tocco di modernità. Stampe grafiche, accessori statement (come i bellissimi cappellini), color block come se piovesse.

 

Paloma sceglie il radiant orchid per questo vestito kimono in seta! il tocco funky é dato dalle unghie multicolor.

 

L’appeal marinaresco della giacca e dei pantaloni è mitigato dalle scarpe fetish. Brava!

 

Abbinare le sfumature di rosa non è semplice, men che meno se hai i capelli arancio! Paloma sceglie dei pantaloni sartoriali rosa baby e un cappotto fucsia.

 

Super glamour la gonna damascata verde bottiglia con la t-shirt grafica e il cappotto bordeaux. A completare il look, pumps nere e cappello.

 

Meravigliosa nel wrap dress di DVF. Da super diva anni Quaranta il fiore nei capelli.