Monday Sucks: Beauty Revolution

La grazia, più bella ancora che la bellezza.” diceva La Fontaine. Dove sono finite le modelle bellissime? Quelle che sono talmente belle da sembrare finte? Quelle che sono perfette, dai lineamenti angelici e i denti drittissimi e bianchissimi? Non temete, quelle ci sono ancora, eccome. Solo che accanto a loro si sta creando una generazione di modelle giovani e imperfette. Denti storti, nasi “brutti”, visi particolari. È questo quello di cui sono in cerca gli stilisti.

La Fontaine distingueva la bellezza, intesa come armonia delle forme e simmetria, dalla grazia, cioè la bellezza sporcata da uno scarto, un difetto, un’imperfezione. La bellezza, a lungo andare, diventa noiosa ed è destinata a sfiorire. La grazia, al contrario, resta sempre tale ed ha quel je ne sais quoi che la rende un bene supremo.

Dopo anni di “dittatura” della bellezza e della perfezione, il mondo della moda sembra aver riscoperto il piacere della grazia. Dico ri-scoperto perché l’antesignana di questa tendenza è la regina indiscussa delle passerelle, nostra signora Kate Moss, nota universalmente per la sua bellezza non canonica e non stereotipata. Altra stella di questo firmamento di modelle piene di grazia è Mariacarla Boscono, che all’età non proprio giovanissima – per una mannequin – di 35 anni, ha avuto una fortissima ondata di ritorno. A proposito del suo aspetto, Mariacarla ha dichiarato:

Ora sono popolare e sono considerata bella ma ho dovuto inventare qualcosa che non c’era. Ho fatto pace con me stessa molto tempo fa, quando ho smesso di torturarmi pensando a quello che volevo essere e non ero. E questo grazie alle persone che si innamorate della mia unicità. Che mi dicevano che ero bella perché ero io e cosi e allora non ho più voluto essere diversa. Il mio essere bella e unica. Credo che il mio successo sia merito di questa sicurezza.

È giunta l’ora di una moda che esalti l’unicità a discapito dell’omologazione? È giunta l’ora di abbattere la standard beauty occidentale? O è semplicemente una tendenza passeggera? Non lo sappiamo. Quello che sappiamo è che questo non può che essere un fatto da accogliere con entusiasmo, una vittoria per la body positivity. Ecco i volti più interessanti.

08609809688527369668_1024

a1-next-it-girl-molly-bair

ondria-hardin-intermission-magazine-issue-8-2

prada-muse-and-i-d-cover-star-mica-arganaraz-quotes-bob-dylan-as-her-new-years-resolution-body-image-1420656444

 

#GOALS: Chloë Sevigny

Se sei una fashion icon per vent’anni hai vinto tutto. Se sei prima modella e poi attrice per film cult indipendenti hai vinto la vita. Chloë Sevigny è dotata di un fascino e di un senso della moda tutto suo. Il suo stile è fatto di colori neutri, fantasie “classiche” (leopardato, broccato) e il rossetto-firma color ciliegia. Il tutto ovviamente con un alto tasso di seduzione e parecchi centimetri di pelle scoperta. Spudorata, affascinante, non ha bisogno di troppi fronzoli per farsi notare. Io la ADORO.
  
Fantastico il total look di Miu Miu: la gonna con cristalli è abbinata al cardigan ricamato da nonnina. Tutto smorzato da reggiseno a vista, clutch brillante e sandali in suede.

  
Parla da sé questo bellissimo cappotto a vestaglia broccato con decorazioni oro.

  
Da copiare assolutamente l’abbinamento tra il crop top bianco coordinato con la gonna a tubo e il giacchetto in denim chiaro, a contrasto con le labbra ciliegia.

  
Mini dress con catenine, abbinato ad una splendida giacca lunga e stivaletti alla caviglia. Il total black è sempre una soluzione vincente. 

  
Bellissimo il completo giacca e shorts con orlo a festone in suede e il top leopardato, assieme ai sandali neutri con listini.

#GOALS: Fei Fei Sun

Fei Fei Sun è la grazia fatta persona. Certo, il suo essere una top model cinese di fama mondiale l’aiuta parecchio, ma questa adorabile ragazza ha anche stile da vendere. I suoi outfit sono sempre originali ma mai sopra le righe: prendete nota, ragazze! Colpire durante l’off duty (cioè il momento in cui le modelle escono dalle sfilate e vengono fotografate nei loro outfit) non è semplice come sembra. È difficile competere con il meraviglioso Fausto Puglisi che hai indossato fino a cinque minuti fa, per capirci. Mai sui tacchi, colori neutri e borse statement: è questa la ricetta vincente della meravigliosa Fei Fei. Giuro, darei un braccio per essere come lei.

Coat asimmetrico color oliva, su mini abito grigio altrettanto asimmetrico, rain boots di vernice con dettagli gialli e borsa a mano celeste. Favolosa.

Coat asimmetrico color oliva, su mini abito grigio altrettanto asimmetrico, rain boots di vernice con dettagli gialli e borsa a mano celeste. Favolosa.

Maestra delle proporzioni: maglione crop portato su una semplice T-shirt bianca e longuette verde; tracollina oleografica e sneakers.

Maestra delle proporzioni: maglione crop portato su una semplice T-shirt bianca e longuette verde; tracollina oleografica e sneakers.

Meravigliosa in total black, con blazer e gonna maxi con inserti di pizzo, clutch acquamarina e boots.

Meravigliosa in total black, con blazer e gonna maxi con inserti di pizzo, clutch acquamarina e boots.

Non sto dicendo che le stia bene tutto, ma guardate che eleganza la longuette vichy portata con il maglioncino traforato senza maniche, borsa argento e trainers.

Non sto dicendo che le stia bene tutto, ma guardate che eleganza la longuette vichy portata con il maglioncino traforato senza maniche, borsa argento e trainers.

Qui possiamo tutte ritirarci nel nostro angolino e piangere in silenzio. Una DEA con l'abito in lurex di Michael Kors.

Qui possiamo tutte ritirarci nel nostro angolino e piangere in silenzio. Una DEA con l’abito in lurex di Michael Kors.